Una Cruda Verità

Bigmoney

 

 

Ho deciso di riportare una mia personale riflessione sul mezzo che fa smuovere umanamente e psicologicamente gli individui: La moneta.

Il denaro, sebbene ci sia ancora gente che pensa il contrario, rappresenta tutt’ora il miglior mezzo che sia in grado di sbilanciare gli equilibri della società, modificare il carattere delle persone e creare enormi distacchi tra gli individui.

Quest’ultima affermazione è lo specchio della realtà che viviamo ai giorni d’oggi. Una volta questa cruda verità veniva meno, purtroppo, sopratutto in quest’ultimo decennio rappresenta lo stato della società attuale. Esistono persone che mutano il loro carattere solo perchè attratti dal “DIO-DENARO“, quante volte si è assistito a dibattiti o scontri che avevano come tema principale il denaro. E’ alquanto squallido tutto questo, i nidi famigliari, i valori umani davanti all’onnipotente moneta si decompongono come se niente fosse. Parafrasando il pensiero dello scrittore Andreoli sul libro “Il denaro in testa” possiamo benissimo dedurre quanto il denaro rappresenti l’ossessione degli individui capace di instaurare una sudditanza personale, Andreoli afferma: “I soldi non fanno la felicità, questa frase in apparenza banale non fa più parte di una saggezza popolare ma neanche di qualsiasi psicologo. Poichè anche quest’ultimi non la pensano così“.

Ormai questa ipocrita frase non fa più parte di nessuno, perchè anche gli individui più moralisti non la pensano allo stesso modo.

Il distacco tra le persone è inevitabile, ovviamente ceti diversi rappresentano tenori di vita diversi quindi di conseguenza si hanno gruppi distinti, si dice che non sia così ma invece accade proprio l’esatto contrario, perchè un individuo che è abituato ad un tenore di vita alto, che si può permettere viaggi a tutto spiano, cene ed uscite senza badare a spese non potrà mai andare a lungo d’accordo con persone di ceto basso, perchè purtroppo non possono frequentare gli stessi siti, con la frequenza quasi quotidiana, con cui è abituato il nobile avvocato.

Esiste inoltre, un’altra parte del denaro, forse la più cattiva per chi non lo possiede, il LUSSO, quella condizione economica che ti permette di usufruire di tutti i servizi senza accorgersene di farlo, questo è il lato positivo ma purtroppo esiste il lusso inteso come spreco, che viene percepito da persone che non si possono permettere tutto ciò. La migliore rappresentazione l’ha fornita il giornalista Ferrotti che scrive sul suo libro pubblicato nel 2008:”Il lusso è anche se non sopratutto, spreco“.

Tu come la pensi a riguardo?

 

Davide Pappalardo

PappalardoDavide

Davide Pappalardo

Webmaster di davidepappalardo.it. Appassionato di Web Marketing, creo e vendo infoprodotti oltre ad aiutare le PMI a migliorare il proprio brand online, implementando tecniche SEO e campagne di sponsorizzazione ad hoc.

Commenti

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati con *